Ricerca archivio avanzata

Ricerca avanzata

giornale italiano di diabetologia e metabolismo

CERCA CHIUDI
Prevenzione
CASO CLINICO

Iperglicemia a digiuno in paziente con fattori di rischio per diabete mellito: caso clinico

M. Gicchino - Università degli studi della Campania “L. Vanvitelli”, Napoli

Lievi alterazioni dei livelli di glucosio nel sangue possono essere un campanello d’allarme per lo sviluppo di diabete mellito, soprattutto in presenza di fattori di rischio per questa patologia, quali lo stile di vita sedentario, la familiarità per la patologia diabetica, il sovrappeso o l’obesità, assetto lipidico alterato ecc. Queste alterazioni devono essere prontamente corrette con una significativa modifica dello stile di vita, al fine di prevenire l’instaurarsi del diabete e delle sue complicanze che possono, se mal gestite, portare a seri problemi per la salute del paziente influenzando negativamente la sua qualità di vita. Purtroppo le alterazioni dei livelli glicemici molto spesso non vengono diagnosticate precocemente, ma solo dopo l’inizio dei sintomi tipici del diabete. Oggi giorno vi sono a disposizione diversi esami per poter diagnosticare precocemente un’eventuale alterazione del metabolismo glucidico, pertanto è necessario che tutti i pazienti con fattori di rischio per il diabete si sottopongano a controlli cadenzati per monitorare la propria condizione di salute e per poter intervenire tempestivamente in caso di condizioni non ottimali. Nel caso clinico di seguito riportato viene descritta la storia di un paziente con diversi fattori di rischio per lo sviluppo del diabete, ma che grazie alla sua attenzione verso questa condizione si è sottoposto a controlli precocemente e ha così posticipato, se non evitato l’insorgenza del diabete mellito.

Lascia il tuo contatto per leggere l'intero articolo!

Indica la tua professione

ISCRIVITI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!